Categoria: Alimentazione

Diabete 2: flavonoidi proteggono, si’ a cioccolato te’ e mirtilli

I flavonoidi, sostanze di cui sono ricchi alimenti come cioccolato, te’ e mirtilli, proteggono dal diabete di tipo 2, quello originato proprio dalla cattiva alimentazione. Lo afferma uno studio pubblicato dal ‘Journal of Nutrition’ coordinato dalla University of East Anglia. Lo studio e’ stato condotto su circa 2mila donne attraverso

Continua a leggere

Diabete, come curarsi a partire dalla tavola

Le persone affette da alterazioni glicemiche o diabete devono ricevere, preferibilmente da un dietologo o da un dietista esperti in terapia medica nutrizionale (Tmn) del diabete e quindi inseriti nel team diabetologico, una terapia medica nutrizionale individualizzata al fine di raggiungere gli obiettivi terapeutici. Il calo ponderale è raccomandato per tutti i soggetti adulti in sovrappeso od obesi. Il

Continua a leggere

Fibre alimentari

Al 73° Congresso dell’American Diabetes Association, la più importante assise internazionale di diabetologia in corso a Chicago dal 21 al 25 Giugno, la professoressa Angela Albarosa Rivellese, membro della Società Italiana di Diabetologia (SID) e professore di Medicina Interna presso l’Università ‘Federico II’ di Napoli, ha tenuto una lettura sugli effetti delle diete ricche in fibre

Continua a leggere

Il fruttosio, usato come sostituto di altri zuccheri, non attiva le aree cerebrali coinvolte nel meccanismo della sazieta’

E’ già stato dimostrato che l’assunzione di fruttosio si associa ad un aumento dell’obesità e di ridotta azione dell’insulina ma come questo avvenga è poco chiaro. Un gruppo di ricercatori americani ha effettuato la risonanza magnetica cerebrale in un gruppo di volontari sani dimostrando che l’assunzione di glucosio si associava

Continua a leggere

Fruttosio e i livelli di acido urico riducono le riserve di energia del fegato

Secondo un recente studio, i pazienti obesi con diabete di tipo 2 che consumano una maggiore quantità di fruttosio presentano ridotti livelli di adenosina trifosfato (ATP) nel fegato, un composto coinvolto nel trasferimento di energia tra le cellule. Elevati livelli di acido urico (iperuricemia) sono associati ad una grave deplezione di ATP epatico. Questo studio

Continua a leggere