Coronavirus e diabete: la gestione da remoto del diabete permette di connettersi con il medico – senza uscire da casa.

 Le persone con diabete sono generalmente più esposte a sviluppare forme complicate in caso di infezioni virali e potrebbero quindi essere più vulnerabili alle insidie del coronavirus, come ha recentemente sottolineato l’International Diabetes Federation in un documento[i] pubblicato proprio in questi giorni e recepito anche dalle società scientifiche italiane AMD e SID.

Il sistema FreeStyle Libre può aiutare le persone con diabete a gestire la malattia e a restare in contatto con il proprio medico anche da remoto.

“Le persone con diabete devono essere ancora più attente nell’osservare le restrizioni in vigore: non bisogna uscire di casa se non strettamente necessario” dichiara Albino Bottazzo, presidente dell’Associazione italiana diabetici Fand “Come associazione, accogliamo con grande positività tutte quelle innovazioni che possono contribuire a semplificare e rendere più sicura la gestione della malattia. È importante sfruttare al massimo le possibilità offerte dalle nuove tecnologie digitali e dai nuovi sistemi di monitoraggio come FreeStyle Libre che, grazie alle risorse digitali gratuite, consente di restare connessi con il proprio medico anche senza uscire da casa”.

Il sistema FreeStyle Libre può consentire agli utenti di controllare il glucosio usando uno smartphone iPhone o Android con la app gratuita FreeStyle LibreLink.[ii] I dati della glicemia possono poi essere caricati su LibreView[iii], un sistema sicuro di condivisione dei dati che consente al medico di avere sempre accesso alle informazioni sul glucosio senza la necessità di effettuare una visita di persona. Questo ecosistema digitale fornisce ai medici un accesso remoto ai dati dei propri pazienti così da aiutarli a fornire un supporto costante a distanza.

Anche familiari e caregiver possono ricevere sullo smartphone i dati della glicemia del proprio caro con la app LibreLinkUp[iv], così da restare connessi ovunque si trovino.

Attraverso le piattaforme digitali è anche possibile accedere a servizi educazionali, un assistente specializzato e un infermiere dedicato. Gli strumenti digitali sono scaricabili gratuitamente da Google Play e App Store. Maggiori informazioni sono disponibili anche sul sito www.freestylelibre.it.

Gli operatori sanitari possono utilizzare la piattaforma LibreView per esaminare i progressi del paziente nel tempo. Sia l’utente che l’operatore sanitario necessitano solo di una connessione Internet per accedere alla piattaforma, dove i pazienti possono caricare i dati del glucosio in automatico dalla propria app o caricandoli dal lettore FreeStyle Libre. Possibile quindi gestire il diabete e restare in contatto con il proprio paziente da remoto.

“Il diabete è una patologia che necessita di assistenza e controlli molto serrati” spiega Cesare Berra, Responsabile diabetologia clinica, IRCCS Gruppo Multimedica di Milano “In relazione all’emergenza sanitaria attuale, il nostro Istituto ha attivato un servizio di gestione del compenso metabolico ‘da remoto’: su questo fronte, un aiuto può arrivare dalle nuove tecnologie. Grazie agli strumenti digitali messi a disposizione da Abbott, stiamo avviando una valutazione dei nostri pazienti in trattamento insulinico multi-iniettivo – quindi che necessitano di valutazioni cliniche frequenti – che utilizzano il sistema FreeStyle Libre. Gli operatori del nostro team diabetologico (medico-infermieristico) avranno la possibilità, previa autorizzazione dei pazienti stessi che stiamo contattando, di accedere alle informazioni sull’andamento delle glicemie e, in base a queste, fornire un consulto o prescrivere modifiche terapeutiche a distanza. Sebbene, ad oggi, questa prestazione non sia ancora stata codificata dal Servizio Sanitario Nazionale e non venga rimborsata alle strutture che la utilizzano, ci stiamo organizzando per allocare le risorse necessarie”.

Abbott inoltre mette gratuitamente a disposizione delle Regioni che ne faranno richiesta una soluzione per consegnare FreeStyle Libre direttamente a casa dei pazienti, evitando loro di recarsi presso le Asl. La soluzione è resa operativa da Abbott e gestita direttamente dal personale delle Asl e, sulla base dei piani terapeutici inseriti, effettua automaticamente le spedizioni periodiche dei sensori.

A partire da aprile, anche le persone che hanno appena ricevuto una diagnosi di diabete potranno, su richiesta del proprio diabetologo, ricevere direttamente a casa campioni di FreeStyle Libre. Anche in questo caso il training e le visite potranno avvenire da remoto tramite le piattaforme di Abbott.

“Siamo consapevoli di quanto le persone con diabete possano essere vulnerabili in questo momento così difficile. Stiamo mettendo a disposizione della comunità del diabete tutta la nostra tecnologia per aiutare pazienti e operatori sanitari a gestire la malattia anche a distanza” dichiara Massimiliano BindiRegional director of Southeast Europe and Italy, Diabetes Care, Abbott “Le risorse digitali di FreeStyle Libre sono già da ora disponibili gratuitamente e stiamo lavorando con le autorità sanitarie per rendere queste tecnologie e questi servizi sempre più accessibili a medici e pazienti”.

 

 

GIOVANNA VETERE | Account Manager
tel. +39 02 83105155
cel. +39 348 7022510

Noesis
Milano

 

 


[i] International Diabetes Federation: COVID-19 and diabetes – https://diabetesvoice.org/en/news/covid-19-and-diabetes. 5 Marzo 2020

[ii] La app FreeStyle LibreLink è compatibile con telefoni abilitati NFC con sistema operativo Android 5.0 o versioni successive e con iPhone 7 e versioni successive con sistema operativo OS 11 e versioni successive. La App FreeStyle LibreLink e il lettore FreeStyle Libre hanno caratteristiche simili ma non identiche. Il sensore FreeStyle Libre comunica con il lettore FreeStyle Libre o con l’app FreeStyle LibreLink che l’hanno avviato. Un sensore avviato dal lettore FreeStyle Libre comunicherà anche con l’app FreeStyle LibreLink

[iii] I dati di LibreView, prodotto da NewYu, possono essere visualizzati nel browser Safari su Mac OS X Mountain Lion o superiori e su dispositivi mobili iOS 6 o versioni successive. Attualmente, il caricamento dei dati del glucosio è supportato solo su computer basati su Windows. Requisiti minimi di sistema sono Windows Vista con IE10 o le ultime versioni di Google Chrome e Mozilla Firefox, in esecuzione su Pentium III da 550 MHz, DRAM da 512 MB, disco rigido 2G, USB 2.0, schermo LCD con risoluzione di 1024×768

[iv] LibreLinkUp è un’applicazione mobile, sviluppata e fornita da Newyu, Inc. L’utilizzo di LibreLinkUp richiede la registrazione con LibreView, un servizio fornito da Abbott e Newyu, Inc.