Home » Diabete tipo 2 » Prevenzione » Il caffè a pranzo abbassa il rischio di diabete 2
 
Il caffè a pranzo abbassa il rischio di diabete 2 PDF Stampa E-mail
Lunedì 05 Aprile 2010 04:22

La letteratura scientifica che concerne i rapporti tra assunzione di caffè e diabete tipo 2 è nutrita.
Ora una ricerca realizzata all’università di San Paolo ed edita sulla prestigiosa pubblicazione statunitense American Journal of Clinical Nutrition è riuscita a dimostrare che chi assume caffè all’ora di pranzo ottiene il massimo beneficio.

Lo studio ha preso in considerazione i dati di 69.532 donne francesi che hanno partecipato a una ricerca nutrizionale. Tale campione era di età tra 41 e 72 anni ed è stato monitorato per un arco di tempo molto lungo: circa 11 anni.

Gli studiosi hanno verificato che nei soggetti che assumevano una media di circa 3 tazze di caffè al giorno il rischio di contrarre il diabete di tipo 2 è più basso del 27%, mentre chi ha consumato caffè all’orario di pranzo si è esposto a un rischio inferiore del 33% rispetto alla popolazione totale dello studio.

Probabilmente il fattore decisivo risiede nel fatto che l’assunzione del caffè influenzi il metabolismo al pasto principale.

 

(da  “American Journal of Clinical Nutrition”)