Home » Diabete tipo 2 » Complicanze » La disfunzione erettile è il maggiore predittore di malattia coronarica silente nei pazienti con diabete 2
 
La disfunzione erettile è il maggiore predittore di malattia coronarica silente nei pazienti con diabete 2 PDF Stampa E-mail
Venerdì 31 Dicembre 2004 17:25

La disfunzione erettile è associata a malattia coronarica, spesso silente nei pazienti affetti da diabete.

Una ricerca, coordinata da Ricercatori della Fondazione Maugeri di Pavia, ha valutato se la disfunzione erettile fosse associata a coronaropatia asintomatica nei pazienti con diabete 2.

Hanno preso parte allo studio 133 uomini con diabete non complicato, cui era stata diagnosticata mediante angiografia una coronaropatia silente, e 127 uomini con diabete, senza ischemia miocardia all'ECG sotto sforzo, all'Holter 24 ore, e all'ecocardiografia da stress.

I soggetti con disfunzione erettile sono stati individuati grazie al questionario IIEF-5 ( International Index of Erectile Function ).

L'incidenza di disfunzione erettile è risultata decisamente più alta nei pazienti con malattia coronarica silente.

All'analisi di regressione multipla, la disfunzione erettile, il polimorfismo dell'apolipoproteina, il fumo, la microalbuminuria, il colesterolo HDL, il colesterolo LDL sono risultati significativamente associati alla coronaropatia silente.

Tra questi fattori di rischio la disfunzione erettile è risultato essere il maggiore predittore di malattia coronarica silente.

Secondo gli autori questo è il primo studio clinico che dimostri una significativa associazione tra disfunzione erettile e coronaropatia silente nei pazienti con diabete 2 non complicato.

Se la scoperta venisse confermata, la disfunzione erettile diventerebbe un marker per identificare i pazienti diabetici con malattia coronarica silente

 

 

Gazzaruso C et al, Circulation, Published Online 2004