Home » Diabete tipo 2 » Che cosa è il diabete tipo 2 » Il diabete o un suo peggioramento precoce possibili segnali di allarme per un ca pancreatico
 
Il diabete o un suo peggioramento precoce possibili segnali di allarme per un ca pancreatico PDF Stampa E-mail
Sabato 25 Febbraio 2017 19:55

L'insorgenza di diabete o un rapido deterioramento del diabete esistente potrebbe essere un segnale precoce di tumore al pancreas in alcuni pazienti. È quanto emerge dai risultati di uno studio osservazionale presentato da poco allo European Cancer Congress, ad Amsterdam.

La ricerca, condotta in Belgio e in Lombardia, ha mostrato che la metà di tutti i casi di cancro al pancreas è stato diagnosticato entro un anno dalla diagnosi di diabete di tipo 2 e dalla prima prescrizione di un farmaco antidiabetico.

"I medici e i loro pazienti diabetici devono essere consapevoli che l'insorgenza di diabete o un rapido peggioramento della malattia potrebbero rappresentare il primo segnale di un tumore al pancreas nascosto, e devono quindi adottate misure per indagare" afferma Alice Koechlin, dell’International Prevention Research Institute di Lione, in un comunicato stampa diffuso durante il convegno.

Il diabete di tipo 2, si legge nell’abstract del lavoro, è un noto fattore di rischio di tumore al pancreas e la relazione tra le due condizioni è complessa. Inoltre, si ipotizza che l'avvio o la variazione di un trattamento farmacologico per la malattia possano essere un segno precoce di cancro al pancreas.

Nello studio presentato al congresso, i ricercatori hanno utilizzato i dati sulle prescrizioni contenuti nel database della Inter Mutualist Agency (AIM-IMA) del Belgio e dati amministrativi della Regione Lombardia, Italia per identificare i pazienti con diabete di tipo 2, dopodiché hanno collegato questi dati con i registri tumori di entrambe le realtà. In Belgio, hanno identificato 368.377 pazienti, tra cui 885 con un cancro al pancreas. In Lombardia, ne hanno identificati 456.311, tra cui 1872 con un tumore al pancreas.

In Belgio, un tumore al pancreas su quattro è risultato essere stato diagnosticato entro 90 giorni da una prima prescrizione di qualsiasi terapia per il diabete di tipo 2, mentre in Lombardia i casi diagnosticati entro i primi 3 mesi da questa prima prescrizione sono stati il 18%. Il 50% dei tumori del pancreas è stato diagnosticato entro il primo anno; tuttavia, dopo un anno, la percentuale di tumori pancreatici diagnosticati è diminuita.

Rispetto a ai pazienti che hanno continuato la terapia con antidiabetici orali, quelli a cui è stata fatta una prima prescrizione di farmaci incretinici hanno mostrato un rischio maggiore 3,5 volte di ricevere una diagnosi di cancro al pancreas nei primi 3 mesi dopo questa prima prescrizione. Il rischio è risultato 2,3 volte superiore nei 3-6 mesi successivi, 2 volte superiore nei 6-12 mesi successivi e 1,7 volte superiore dopo il primo anno.

I ricercatori hanno anche scoperto che il passaggio da un farmaco non incretinico e non insulinico a una terapia a base di un incretinico o di insulina era avvenuto più velocemente nei pazienti ai quali è stato poi diagnosticato un tumore al pancreas durante il follow-up rispetto a quelli ai quali il tumore non è stato diagnosticato (P < 0,001).

L'hazard ratio di sviluppare un tumore al pancreas associato con l'uso di insulina dopo una prescrizione di un farmaco non incretinico e non insulinico o di un incretinico è risultato pari a 11,9 (IC al 95% 10,4-13,6) (in Belgio).

"Il nostro studio dimostra che le terapie incretiniche vengono spesso prescritte a pazienti in cui il diabete è causato da un cancro al pancreas non ancora diagnosticato" ha detto la Koechlin. "Dato che il tumore al pancreas finisce per diventare sintomatico ed essere quindi diagnosticato, sembra che sia l'assunzione di farmaci incretinici il possibile trigger del cancro al pancreas, mentre in realtà è il tumore al pancreas a causare un deterioramento del diabete, a cui fa seguito la prescrizione di incretinici. Questo fenomeno è chiamato 'causalità inversa.' Il nostro studio mostra anche che la causalità inversa osservata per i farmaci incretinici si osserva anche per le altre terapie ipoglicemizzanti, in particolare per la terapia insulinica".


P. Autier, et al. Early detection of pancreatic cancer among diabetic patients: results from prescription database analyses. ECCO 2017; abstract 540.
leggi

 

 

da PHARMASTAR.it