Home » Diabete tipo 2 » Che cosa è il diabete tipo 2 » Diabete 2, scoperto gene "colpevole"
 
Diabete 2, scoperto gene "colpevole" PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Settembre 2011 07:44

Una scoperta genetica in Australia apre la strada a terapie per abbattere il diabete tipo 2, che è causato da fattori sia genetici sia ambientali come sovrappeso, cattiva dieta, scarso esercizio e stress, e per il quale non esiste una cura. Scienziati dell'Istituto Garvan di Sydney hanno individuato come un particolare gene, detto Id1, reagisce alle diete con alto contenuto di grassi interrompendo la produzione di insulina nel pancreas e facendo scattare il diabete.

Lo studio sull'attività dello Id1, condotto su culture di cellule e su topi di laboratorio, indica che nelle persone che seguono una dieta sana e fanno esercizio regolare il gene rimane inattivo, permettendo al pancreas di funzionare normalmente e di produrre abbastanza insulina. Quando però le persone mangiano cibi grassi il gene si attiva e interferisce con le cellule beta nel pancreas e con il loro ruolo nel produrre insulina.

Nella sperimentazione guidata da Ross Laybutt e pubblicata sulla rivista Diabetes, quando ai topi veniva somministrata una dieta grassa il gene Id1 si attivava causando l'insorgenza del diabete. Quando però con la stessa dieta il gene veniva bloccato, i topi erano protetti dalla malattia.

I risultati della ricerca potranno facilitare la creazione di farmaci in grado di invertire il processo di sviluppo del diabete, sostiene Laybutt. ''Tali farmaci potrebbero aiutare le cellule beta a continuare a produrre insulina e proteggerle degli effetti di una dieta ad alto contenuto di grassi'', scrive. ''Così anche con una simile dieta, le cellule beta sarebbero protette e continuerebbero a produrre insulina”.

Lo studioso aggiunge che diversi geni sono legati al diabete ma lo Id1 sembra svolgere un ruolo primario nello sviluppo della malattia, perchè regola l'attività degli altri geni nel far funzionare correttamente le cellule beta. Una ricerca parallela ha confermato che il tessuto pancreatico dei pazienti di diabete contiene alti livelli di Id1, di cui è già nota la capacità di promuovere la crescita di cellule cancerose.

 

 

da Fastweb Benessere